IMPORTANTE PROMEMORIA PER GLI APICOLTORI NOMADISTI: PRIMA dello spostamento inviare alla segreteria del Consorzio COPIA dell’ALLEGATO C (ricevuto a mezzo posta insieme all’AUTORIZZAZIONE e scaricabile al link qui sotto). E’ OBBLIGATORIA la registrazione dello spostamento in BANCA DATI NAZIONALE.
IMPORTANTE: indicare nello specifico l’APIARIO DI PROVENIENZA degli alveari  che verranno trasferiti!
Il modulo può essere rispedito al Consorzio anche scannerizzato a mezzo mail. 

Link: Allegato C

IL CALENDARIO DELL’APICOLTORE

  N.B.: Date e orari presenti in calendario sono in continuo aggiornamento

 

Alcune informazioni utili:

  • Il saccheggio è il pericolo numero uno, per questo bisognerà provvedere agli alveari più deboli.
  • Le api tendono a diminuire di numero perché la regina ha una fase di riposo nella deposizione.
  • Togliere tutti i melari e smielare
  • E’ il momento giusto per trattare le famiglie con prodotti acaricidi consentiti dalle leggi sanitarie, fruendo della consulenza, se necessaria, dei veterinari della A.S.L. o dell’esperto apistico delle associazioni degli apicoltori. Continuare a controllare la caduta dell’acaro nel cassetto
  • Si può procedere con l’ingabbiamento o il confinamento della regina , l’obiettivo è ottenere l’assenza di covata per trattare con acido ossalico ed eliminare gran parte della varroa
  • Fiorisce: brugo, girasole, lamio, ginestrino, medica, meliloto, mirto, santoreggia.

 

 

IMPORTANTE: quanto sopra riportato vuole essere un consiglio o una linea guida generale per gli apicoltori. Per suggerimenti più precisi è opportuno rivolgersi agli esperti apistici della propria zona o ai tecnici apistici i quali sapranno fornire migliori consulenze per ogni singolo caso.